Niutàun

I Niutàun sono una band punk-rock nata all'Aquila nel 2010.

Si caratterizzano da subito per lunghi concerti dinamici e coinvolgenti e per brillanti brani inediti a metà strada tra l'ironia e la graffiante denuncia sociale (il nome della band richiama sarcasticamente e maccheronicamente il tentativo governativo di "ricostruire velocemente" la loro città, colpita pochi mesi prima dal terribile sisma).

Collezionano moltissimi live in giro per lo stivale (oltre all'Aquila: Milano, Roma, Pisa, Rovigo, Ravenna, Ancona, Macerata Campobasso, Civitanova, Avezzano, ecc) eseguendo un punk rock molto vicino al mitico '77: in questi intensi e adrenalinici concerti (mai meno di 2 ore e mezza) propongono brani propri, rigorosamente in italiano, curati, originali e molto apprezzati sia dal pubblico che da numerosi "addetti ai lavori", insieme ad energiche cover attinte dal meglio del repertorio più noto del genere, tra cui Ramones, Clash, Sex Pistols, Iggy Pop, ecc.

Hanno suonato in importanti festival rock assieme a gruppi tra i più rilevanti del panorama nazionale ed internazionale come L.A. Guns, Edu Falaschi, Pino Scotto, John Macaluso, The Gang (con i quali collaborano spesso ormai ininterrottamente dal 2012), Modena City Ramblers, Yo Yo Mundi, Africa Unite, 99 Posse, Red Union, Offenders, Kaos One, Los Fastidios e molti altri. A giugno del 2014 è uscito il loro primo lavoro discografico, “Niutàun” costituito interamente da pezzi inediti, con la collaborazione dei fratelli Severini dei Gang e la produzione di Francesco Caporaletti.

Attualmente il loro “OMONIMO tour” li sta portando a toccare numerose città sul territorio nazionale. Mentre il secondo album è in lavorazione…

 

Nella copertina del loro primo album, i Niutàun sono ritratti in una foto che riproduce il celebre scatto della pausa pranzo sul cantiere del Rockfeller Center, a New York. Insieme ai quattro membri della band, però, su una trave sospesa nel vuoto, non siedono altri operai ma Iggy Pop, Joey Ramone, Johnny Rotten e Joe Strummer. E anziché Manhattan, a stagliarsi sullo sfondo è il centro storico dell'Aquila post 2009, con i suoi palazzi fasciati e le impalcature che sostengono le cupole delle chiese.

E' un'immagine che racchiude e sintetizza al meglio l'identità di questo gruppo - composto da Ugo Capezzali (voce), Piercesare Stagni (chitarra), Jury Sielli (batteria) e Andrea Papa (basso) – che, a una passione sconfinata per il punk primordiale di Ramones, Clash e Sex Pistols, unisce un legame altrettanto forte e radicato con le proprie origini, scandito da testi originali in italiano pieni di intelligente ironia e di graffiante denuncia sociale.

Chi li ha ascoltati dal vivo consiglia vivamente di fare lo stesso...

 

  • -

    Ugo Capezzali - Voce

    Piercesare Stagni - Chitarra

    Andrea Papa - Basso

    Jury Sielli - Batteria

© Festa della Musica - L'Aquila 2019. All rights reserved. 

Engineered by: VLab Communications

VLab Communications
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now